Mode
PESCI PER PRINCIPIANTI TOP 10
Le nostre schede e descrizioni derivano  solo da esperienze dirette
I GUPPY

 

 I GUPPY  nome scientifico Poecilia reticulata

Pesci ovovipari  vivaci e coloratissimi, facili da allevare e riprodurre.

Non è un caso che abbia messo i Guppy al top della lista, sono i "Principini" dell'acquario d'acqua dolce.

Spesso snobbati dagli acquariofili esperti sono i pesci preferiti da neofiti e bambini.

Vengono chiamati anche Lebistes e pesci Milione....eh già, sono così tante le varietà e le colorazioni che meritano sicuramente quest'ultimo soprannome.

Pensate che Bee, a casa sua in Thailandia, li alleva nei vasi di terracotta in giardino......ottimi contro le larve di zanzara di cui ne vanno ghiotti sono ospiti fissi in tutti gli stagni della Thailandia.

La temperatura ideale va dai 20 ai 28 gradi, importante non creare sbalzi di temperatura.

Sono onnivori e ogni mese la femmina "partorisce" circa una trentina di piccoli e lo puo fare per almeno tre mesi di seguito anche senza fecondazione successiva! Dato che è in grado di preservare lo sperma per i "tempi duri"..poveri maschietti!!!

Normalmente le femmine sono un pò bruttine paragonate ai maschi che, al contrario, presentano code e colori fantastici! I miei preferiti sono i coda a lira blu e i King cobra gialli ma sarebbe scorretto sostenere che le altre varietà non siano altrettanto stupende. Data la loro piccola taglia (3 cm) sono adatti a tutti i tipi d'acquario dal più piccolo al più grande, amano una folta vegetazione di cui in mancanza di meglio se ne nutrono senza però far danni alle piante. Piante che costituiscono anche un valido riparo per i nuovi nati in cui vi s'infilano per sottrarsi al pericolo di venire mangiati (anche dagli stessi genitori). Possono convivere in acquario con altri pesci di piccola taglia e pacifici .Per allevarli senza problemi necessitano di una durezza dell'acqua medio alta.

La loro vita media è di circa 2 anni.La differenza sessuale è molto spiccata, oltre che dai colori e le code più belle i maschi presentano la pinna anale come un "filino" che prende il nome di gonopodio e costituisce l'organo sessuale.

Il mio consiglio, se amate questi stupendi pesciolini, è di allestire un acquario solo per loro dai 30 ai 60 litri con qualche pulitore pacifico e molte piante del genere Cabomba.

           Maschio King cobra                                                          Femmina Metallic Blu

I PLATY

I PLATY nome scientifico Xiphophorus maculatus

Al secondo posto il  Platy.

Pesce molto simile al guppy (fa parte della stessa famiglia) sia come comportamento (ama nuotare nella parte dell'acquario), sia come alimentazione, riproduzione e valori dell'acqua.

Anche i Platy presentano numerose colorazioni e varietà, i più gettonati sono i corallini di un bel rosso intenso e i "Topolino" con la caratteristica testa di topolino alla base della coda e di molteplici colori.

La differenza sessuale tra maschio e femmmina è evidente solo dal gonopodio e a volte dalla pinna dorsale (più accentuata nel maschio).

Pesce pacifico e vivace è adatto a tutte le vasche, come dimensioni può arrivare a 5 cm.

Il mio consiglio è di allevarlo in vasche dai 50 ai 100 litri, con altri Poecillidi come MOLLY, e PORTASPADA, qualche pulitore pacifico e ricca vegetazione di rapida crescita come riparo e per contrastare la proliferazione di alghe infestanti, dovute all'abbondante alimentazione che ogni acquarifilo tende a somministrare con questi animali(sono sempre li che "elemosinano" qualcosa da mangiare ogni qual volta ci si avvicina).

 

I NEON

I Neon nome scientifico Cheirodon Axelroidi e Paracheirodon innesi

Eccoli!! I pesci da gruppo più amati dalle donne e non solo....tutte le mie clienti del gentil sesso quando è il momento di introdurre i primi pesci in acquario desiderano  sempre il classico gruppetto di Neon.......A dir poco irresistibili con il loro fascino "Latino Americano".

Provengono infatti dal Sud America e anche se non ballano la Salsa il blu e il rosso flash della loro livrea è a dir poco fantastico.

Come già accennato in precedenza sono pesci da gruppo...assurdo metterne una coppia! Vanno inseriti in acquario in un numero non  inferiore a 5/10 esemplari, il loro livello di motilità e quello medio basso e arrivano alla lunghezza massima di 5 cm(anche se in acquario normalmente rimangono più piccoli 2/3 cm).

I più "grossi" neon che ho visto in vita mia, erano degli Innensi (quelli con linea rossa meno marcata) all'acquario pubblico Artis di Amsterdam...5-6 cm erano impressionanti sembravano delle sardine, immobili in una vasca da 2000 lt stazionavano vicino al fondo in un folto gruppetto. A dir poco fantastici!!

Questi magnifici pesci amano un Ph e una durezza dell'acqua bassi ma si adattano a quasi i tutti tipi d'acqua, sono robusti e onnivori anche se prediligono le larve rosse di zanzara.

Erroneamente a cosa si pensa, i Neon, non stanno in gruppo perchè si "amano" ma perchè hanno "paura", non è raro infatti vedere acquari privi di pesci un pò grandini dove i neon sono sparsi a casaccio in tutte le zone della vasca.

Se volete "godere" di un bel gruppetto compatto, devono convivere con pesci più grandi(non troppo se no se li mangiano! ) i Colisia e altri labirintici vanno bene, anche gli Scalari ma solo se si fanno crescere assieme!

Sono pesci longevi(5-6 anni senza problemi) difficili da riprodurre in acquario di comunità e senza variare i valori dell'acqua!

Ricordate! Sono pesci forti ma in caso di squilibri ed inquinamento li perderete tutti! 

I PESCI COMBATTENTI

Pesce combattente nome scientifico Betta Splendis

 

Con i suoi colori sgargianti e le pinne simili a delle piume è uno dei pesci d'acqua dolce più appariscente e bello.

La zona d'origine principale è la  Thailandia  dove vive e si riproduce in piccole pozze d'acqua con basso contenuto d'ossigeno. 

Il suo nome sinistro è dovuto al “barbaro” costume da parte della popolazione locale di organizzare combattimenti all’ultimo sangue tra maschi come divertimento e gioco d’azzardo.

In acquario è un pesce pacifico( solo uno per vasca...in due o più combatterebbero fino ad uccidersi), non è un gran nuotatore ed infatti staziona spesso in un angolino vicino alla superficie( assume ossigeno dall'aria come tutti i labirintici grazie ad un foro sulla testa).

Da non tenere assieme a pesci agressivi come barbus, labeo e ciclidi fortemente territoriali che sicuramente gli rovinerebbero le bellissime pinne, il cibo preferito sono le larve di zanzara ma accetta qualsiasi tipo di mangime che galleggia.

La riproduzione è relativamente semplice (inserire almeno 2 femmine e dividere la coppia quando si è formata) meglio se in un recipiente a parte anche senza filtraggio in quanto il nido di schiuma(che prepara il maschio) necessita di poco movimento di superficie per rimanere integro.

I BARBUS TETRAZONA

Barbus tetrazona

Pesci molto resistenti e vivaci, si adattano a tutti i tipi di acquario e valori dell'acqua senza problemi.

L'acquario ideale va da 50 ai 100 litri ed è consigliabile tenerli in piccoli gruppi con altri pesci robusti.

Data la loro vivacità che a volte diventa agressività è buona norma non inserirli in acquari con pesci dalle pinne e code lunghe (guppy e scalari) perchè diverrebero il loro "bersaglio" preferito.

Mangiano di tutto e sono molto voraci, il mio consiglio se vi piacciono questi simpatici pesci è quello di allestire un acquario di circa 60-80 litri con una ventina di esemplari, un buon numero di pulitori da fondo e tante piante di rapida crescita.

GLI SCALARI

Ecco i miei preferiti, gli Scalari o meglio i Pterophyllum scalare dalle pinne come angeli...anche se tanto angeli non sono.

Le varità sono moteplici e le colorazioni vanno dal nero al grigio/verde dal color oro al bianco.

Quando arrivano ad essere adulti e il disco misura 10-12 cm sono uno spettacolo.

Anni fà avevo allevato una coppia che riproduceva e deponeva in "continuazione" cosi belli e "cicci" che sembravano due Hamburgher......a dir poco fantastici, belli ma cattivi come il demonio...da buoni ciclidi in riproduzione e durante le cure parentali erano delle"belve" infatti avevo dedicato una vasca da 150 litri solo per loro con qualche pulitore e un Botia modesta per affinare il loro istinto di "padre e Madre" in modo che non si cibassero delle loro stesse uova anche se fecondate.

Mio consiglio se volete allevare questi magnifici ciclidi sudamericani è quello di dedicare a loro una vasca dai 100 ai 200 litri, potete tenerli con altri pesci veloci e più grandi della loro bocca in piccoli gruppi dai 3 ai 7 esemplari.

Acquario allestito con piante robuste e di rapida crescita cibo ricco di vitamine.

 

I GOURAMI
GLI ANCISTRUS
I CORYDORAS
I BOTIA
Copyright 2012 by aquarium Bolzano | Terms Of Use | Privacy Statement